Calma pessoa

Quando ci si ritrova in mare aperto, al fine di risparmiare le energie ed avere una speranza di salvezza, gli esperti consigliano di non agitarsi troppo, e di provare a farsi trascinare a riva dalle varie correnti cercando di restare il più rilassati possibile. Sbracciarsi oltre maniera non è contemplabile se non si intende andare a fondo in pochi minuti. Calma pessoa.

Chi è razzista?

Asilo.

Maestra: “Genitori, se avete domande o richieste questo è il momento di esporle”.

Si alza una mamma:”Vorrei che tutti i bimbi fossero trattati con uguaglianza”.

Papà in fondo all’aula:”Sì vogliamo uguaglianza! No al razzismo!”.

Maestra:”Volete spiegare meglio cosa intendete?”.

Mamma:”Uguaglianza per tutti, senza fare distinzioni o preferenze, nemmeno con i bambini neri!”. (testuali parole)

Papà applaude. Silenzio in aula.

Maestra: “Semmai l’uguaglianza è ciò che con i bambini non andrebbe applicata, visto che ognuno di loro è differente da un altro, e il nostro ruolo è quello di offrire dei percorsi che si adattino al loro modo di essere ed alle loro personali esigenze”.

Lungo silenzio in aula. La corte si ritira per deliberare.

Diffusa confusione sul concetto di forza

A volte confondiamo la forza con:
– rumorosità   
– maleducazione
– incapacità di ascoltare
– resistenza nel vedere come è il mondo
– riluttanza nel compromettere le piccole cose per raggiungere quelle grandi
– parlare velocemente
– bullismo
– compostezza
– insensibilità
– menzogna
– politiche invece di giudizio

essere un coglione.

Quando la mettiamo in questo modo, è abbastanza chiaro come nessuna di queste cose è in realtà segno di forza.

Essi sono bensì sintomi di fragilità, di insicurezza e di una disconnessione volontaria dalle cose che contano.

Gli individui, le organizzazioni, i marchi e tutti i leader hanno la possibilità di essere forti, ma possono facilmente scegliere di essere dei coglioni.

Poiché si tratta di una scelta, non è vero?

Penso che dipenda da noi far sì che essi non si confondano, fidandoci accidentalmente di comportamenti sbagliati o di persone sbagliate.

La forza comincia con l’incrollabile resilienza, non con le facili aggressioni.

(testo in italiano non totalmente fedele all’originale)
*****************************
(testo originale)

Sometimes we confuse strength with:

Loudness
Brusqueness
An inability to listen
A resistance to seeing the world as it is
An unwillingness to compromise small things to accomplish big ones
Fast talking
Bullying
External unflappability
Callousness
Lying
Policies instead of judgment
…and being a jerk.

Well, once you put it that way, it’s pretty clear that none of these things are actually signs of strength.

In fact, they are symptoms of brittleness, of insecurity and of a willful disconnect from the things that matter.

Individuals, organizations, brands and leaders all have a chance to be strong. And can just easily choose to be jerks.

Because it is a choice, isn’t it?

I think it’s up to us not to get them confused, and to accidentally trust the wrong behaviors or the wrong people.

Strength begins with unwavering resilience, not brittle aggression.

– Seth Godin –